22 ottobre 2013

Laboratorio StoriEmozioni. La paura.

Progetto portante di quest'anno scolastico è il laboratorio "StoriEmozioni" il cui obiettivo principale è far si che i bambini imparino a riconoscere le proprie emozioni, per riuscirle a esternare in modo corretto e per poi poter comprendere quelle provate dagli altri. Partendo da una serie di racconti letti, drammatizzati e analizzati in gruppo, si passa poi alle schede operative come sempre differenziate per fasce d'età.


La prima emozione presa in considerazione è la paura e per affrontare questo sentimento così forte siamo partiti leggendo la storia di Matteo, un bambino che nel suo letto non riesce a dormire perché spaventato da alcuni rumori inquietanti. Per far provare proprio a tutti le stesse sensazioni del protagonista abbiamo prima di tutto abbassato le luci della classe, ci siamo messi con la testa sul banco facendo finta di dormire e con le orecchie belle tese abbiamo ascoltato la storia "rumorosa" di Matteo. Eh si, si tratta proprio di una storia "rumorosa", in quanto anche noi abbiamo ascoltato durante la lettura esattamente gli stessi rumori tanto temuti dal piccolo protagonista. Prima abbiamo sentito questo strano rumore e subito il nostro cuore, proprio come quello di Matteo ha iniziato a battere sempre più forte per la paura. Ma poi ascoltando con più attenzione abbiamo capito che si trattava solo del rumore della pioggia battente sui vetri, quindi il nostro cuore ha iniziato a calmarsi. Ma proprio come Matteo abbiamo poi sentito un altro suono, questa volta ancora più inquietante, quello di alcuni passi che si stavano avvicinando alla nostra porta. Questa volta il cuore ha iniziato a battere ancora più forte, le nostra gambe hanno cominciato a tremare dalla paura e sentendosi aprire lentamente la porta i nostri occhi si sono completamente spalancati dal terrore! Ma per fortuna una volta accesa la luce abbiamo capito che quei passi non erano nient'altro che quelli della mamma di Matteo che una volta entrata nella sua cameretta, come una fata riesce magicamente a calmare e a far addormentare il suo bambino.

Terminato il racconto abbiamo provato a drammatizzarlo: spente di nuovo le luci, un gruppo ha fatto finta di mettersi a letto sotto le coperte..
..mentre un altro gruppo ha cercato di creare dei rumori spaventosi utilizzando delle maschere mostruose!
Poi ci siamo messi al lavoro: cosa succede al nostro corpo quando proviamo paura?

I nostri occhi si spalancano..

..il cuore inizia a battere sempre più veloce..




..e le gambe ci tremano forte forte!

Chissà cosa ci aspetterà prossimamente?

Nessun commento:

Posta un commento